Violenze sessuali ai danni di baby calciatori di Cetara. I giudici della terza sezione penale del tribunale di Salerno hanno condannato a 2 anni Leone B., 38 anni, e a 6 anni e 6 mesi Luigi A., 58 anni.

Ad Luigi A. contestato solo un episodio di violenza sessuale mentre Leone B. (che fu ricoverato a villa Chiarugi) era accusato di  violenza sessuale e prostituzione minorile nei confronti di più ragazzini.

Il pubblico ministero Elena Cosentino al termine della sua requisitoria aveva chiesto 5 anni e 6 mesi per Luigi A.  (difeso dagli avvocati Gaspare Dalia e Paolo Troisi) mentre per Leone B. (difeso dall’avvocato Costantino Montesanto) aveva chiesto la pena di giustizia per la seminfermità mentale.

Fu un gruppo di genitori (incitati dallo zio di uno dei ragazzini che aveva scoperto Leone B. nel bagno con un minore) a sollevare la questione aggredendo e malmenando il presunto pedofilo nel maggio del 2017. Sono stati alcuni video che circolavano attraverso alcune app di messaggistica e pare anche su qualche social a far scoprire il tutto. Non appena lo zio dell’adolescente visionò il filmato cercò di vederci chiaro e di verificare la veridicità di quanto riportavano quei frame.