E’ stato recuperato solo dopo le 20 il corpo senza vita del sub incastrato negli scogli del porto di Cetara durante una battuta di pesca. Al lavoro due motovedette e un gommone della Capitaneria di porto per le ricerche, dopo l’allarme scattato nel pomeriggio.

Il cadavere è stato portato a terra dai sommozzatori della Guardia costiera giunti da Napoli. Inutili purtroppo i soccorsi, per il sub non c’è stato nulla da fare. 

Stando ai primi riscontri, la vittima sarebbe un dipendente bancario con la passione per le immersioni: un volto noto a Cetara, certamente un pescatore esperto. Da chiarire cosa possa essere andato storto: la Guardia costiera sta cercando di ricostruire la dinamica della tragedia, forse arrivata proprio durante una battuta di pesca con fiocina.