Home / Cronaca Nazionale / Superenalotto, quel jackpot da 167 milioni che spinge a giocare

Superenalotto, quel jackpot da 167 milioni che spinge a giocare

È più probabile che la Terra sia colpita da un asteroide. Sì, è più facile questo che la vittoria del jackpot, il primo premio al Superenalotto cioè indovinare una combinazione di 6 numeri casualmente estratti tra 90. Questa scarsa probabilità di vittoria è anche il motivo per cui, più che in altri giochi il montepremi sale a livelli vertiginosi. Attualmente il jackpot è il premio di lotteria più alto del mondo: in palio l’estrazione delle 20 di questa sera ci sono 167 milioni di euro.

Il sei non esce da quasi un anno. Per questo il montepremi è alle stelle. Il numero è già molto più alto della vincita record del 27 ottobre 2016 a Vibo Valentia. Allora furono vinti 163,5 milioni di euro con una schedina di 3 euro. Si sta avvicinando anche alla vincita più alta di sempre in Italia: a Sperlonga il 30 ottobre 2010 dal valore di oltre 177,7 milioni di euro.

È questione di statistica però, non di fortuna come pensano i più. Conta il calcolo delle probabilità, non il tocco della sorte. La probabilità di indovinare il primo numero estratto è di 1 su 90, per il secondo su va a 1 su 89 e via a moltiplicare fino alla sestina che si indovina una volta su 622.614.630.

Insomma è più facile che il Bancomat dia dei soldi facendo una sequenza numerica a caso: la probabilità è 1 su 90mila. Anche giocare ad altri giochi dà maggiori possibilità di vittoria. La roulette ha una probabilità di 1 su 38 puntando su un solo numero, quasi una su 650mila le probabilità di avere alla prima mano una scala reale servita a poker.

Per vincere su cosa bisogna allora puntare al superenalotto? Scegliere numeri meno scelti dagli altri, per dividere l’eventuale vincita con un numero minore di giocatori. Quelli delle date di nascita sono inflazionati: da 1 a 12 come i mesi e da 1 a 31 per i giorni. I numeri più giocati in assoluto sono 8, 3, 7, 9, 11, 5, 19, 10, 12, 90 e quelli che formano colonne o diagonali sulla schedina. I sei numeri attualmente più ritardatari, cioè che non sono estratti da più tempo, sono: 81, 23, 39, 35, 50, 34 (quest’ultimo è anche fra i meno giocati di sempre).

Non è abitudine solo italiana quella delle lotterie. Dal Regno Unito agli Usa i giochi impazzato. Lo scorso autunno in Carolina del Sud è stato acquistato il biglietto della lotteria «Mega Millions» più ricco della storia. Il vincitore, con la cinquina 5, 28, 62, 65, 70 e il mega ball 5, si è portato a casa 1,6 miliardi di dollari, che vuol dire 1,40 miliardi di euro, da ricevere in 29 anni o 904 milioni di dollari immediati, scelta preferita dai più. Sono cifre che permettono di acquistare la casa più costosa di New York, una squadra di football e anche il Washington Post. La possibilità di vittoria però è più rara che scarsa: una su 32 milioni.

LEGGI ANCHE

Slot machine e minorenni, quanti giocano d’azzardo nonostante i divieti?

LEGGI ANCHE

Da scrittrice a giocatrice di poker: «La mia sfida, anche per le donne»

LEGGI ANCHE

La schedina va in pensione: quando fare 13 era il sogno di tutti noi

LEGGI ANCHE

Come vincere alla lotteria

Loading...

Fonte: vanityfair.it

About admin

Leave a Reply