Home / Cronaca Nazionale / Sicuri che fosse in servizio?Dubbio atroce su Cerciello:cosa spunta nell'ordinanza

Sicuri che fosse in servizio?Dubbio atroce su Cerciello:cosa spunta nell'ordinanza

Mario Cerciello Rega

Omissis, dettagli mancanti, piccoli misteri. Non è ancora tutto chiaro sulla morte di Mario Rega Cerciello, il vicebrigadiere assassinato a Roma dai due balordi americani. Una delle ipotesi circolata nelle ultime ore è che per qualche ragione i due carabinieri, Cerciello e Andrea Varriale, fossero fuori servizio. Ufficialmente, no. All’una di notte in piazza Mastai, dove Sergio Brugiatelli afferma di essere stato derubato, secondo l’arma, appunto, erano in servizio. I due vanno via e vengono poi richiamati quando devono andare proprio con Brugiatelli a provare il recupero del borsello che gli è stato rubato.

Ma vi sono due elementi che sembrano smentire questa versione. Il gip Chiara Gallo, nell’ordinanza di arresto degli statunitensi, scrive che soltanto Varriale era in piazza. E ancora: il fatto che Cerciello non avesse la pistola potrebbe nascondere il fatto che fosse fuori servizio. Dunque, è necessario chiarire ogni suo spostamento fino alla decisione di coinvolgerlo nell’operazione di recupero che gli è costata la vita. Insomma, l’ipotesi che i due carabinieri non fossero in servizio resta in piedi, sostenuta da alcune circostanze. E allora perché sono stati chiamati in causa in quella tragica operazione?

Loading...

Fonte: liberoquotidiano

About admin

Leave a Reply