Home / Cronaca Locale / Racket dei parcheggi alla Princes, la Cassazione condanna uomo del clan di Foggia

Racket dei parcheggi alla Princes, la Cassazione condanna uomo del clan di Foggia

Condannato a 4 anni per estorsione e spaccio di droga, Luciano Cupo, 48enne foggiano ritenuto elemento di rilievo del clan Sinesi-Francavilla. I giudici hanno però dichiarato inammissibile il ricorso della Procura generale di Bari contro l’esclusione dell’aggravante della mafiosità. La condanna della Corte di Cassazione è quindi definitiva per il posteggiatore foggiano, attualmente ai domiciliari. Cupo fu coinvolto nell’inchiesta “Saturno” sull’imposizione di un pizzo di 50 euro al mese per ogni camion posteggiato nell’agosto/settembre del 2015 davanti al conservificio del pomodoro “Princes” nell’area industriale di Foggia.

Il processo vede tra gli imputati anche il boss Roberto Sinesi, 56 anni, al vertice dell’omonimo clan e già condannato a 12 anni. Finora per lui ha retto l’aggravante del metodo mafioso sia in primo che in secondo grado. Il ricorso in Cassazione verrà esaminato a breve.

Luciano Cupo è ben noto alle cronache anche perchè già condannato per la bomba alla pizzeria “Mia”.


Fonte: immediato.net

About admin

Leave a Reply