Home / Cronaca Locale / Mozzanica, misteriosa schiuma bianca nella roggia dei Mulini

Mozzanica, misteriosa schiuma bianca nella roggia dei Mulini

È stato il vicesindaco Gloria Boffelli ad avvertire il primo cittadino di quella schiuma bianca comparsa nella serata di giovedì 23 maggio nella roggia dei Mulini, a Mozzanica. La chiamata al telefono intorno alle 20: “È tantissima, vieni a vedere”.

Così il sindaco Pino Fossati si è recato sul posto, per controllare con i proprio occhi. E lo spettacolo non è stato dei più belli: in quasi tutta la roggia, infatti, era presenta uno strato di schiuma bianca (con tanto bolle) sopra la superficie di acqua.

“È frutto di uno sversamento, a quanto sembra di un prodotto tensioattivo – ha spiegato il sindaco Fossati -, che in superficie sull’acqua ha formato una densa schiuma bianca e delle bolle. Probabilmente proveniente dalla zona industriale di Mozzanica, in via Mattei. Ho eseguito prelievi di acqua fino a Fornovo che consegnerò quanto prima all’Arpa di Bergamo: troveremo i responsabili”.

“Per fortuna – continua il primo cittadino – la fauna del canale, in prevalenza anatre e cigni, non ha subito nessun tipo di conseguenza perché non si tratta di sostanze letali”.

Per la roggia dei Mulini non si tratta del primo caso simile. Nel settembre del 2017 una schiuma molto simile a quella appena formatasi era stata scoperta dallo stesso sindaco Fossati, ma, nonostante le ricerche, non si è mai scoperto da cosa fosse stata provocata.

Nel febbraio di un anno fa, invece, è stato uno sversamento da un’azienda agricola di Caravaggio a provocare una moria di pesci e un odore nauseabondo in tutta lo zona di Mozzanica: in quell’occasione il problema è stato identificato in una grossa dose di liquame uscita dalle vasche di raccolta e da quelle di contenimento. A chiarire l’origine del fenomeno era stato il nucleo ambientale della Polizia locale di Caravaggio che aveva redatto un verbale per reato ambientale. Lo sversamento non era doloso, ma dovuto a un guasto o a un errore umano.

 


Fonte: bergamonews.it

About admin

Leave a Reply