Uno è finito agli arresti domiciliari, l’altro sottoposto all’obbligo di dimora. Sono le misure disposte dal Gip, rispettivamente, per un 31enne, già noto alle forze dell’ordine, ed un suo coetaneo, entrambi di San Martino Valle Caudina.

I provvedimenti, eseguiti dai carabinieri della Compagnia dii Montesarchio, sono stati adottati nell’indagine avviata dai militari della Stazione di Ceppaloni sull’incendio appiccato ad una Mercedes classe A, nella notte dell’11 agosto dello scorso anno, ad Arpaise.

L’attività investigativa, diretta dalla Procura e supportata anche dalla visione delle immagini delle telecamere di più comuni, avrebbe permesso di risalire ai due 31enni, che avrebbero scatenato il fuoco con il liquido infiammabile contenuto in una bottiglia di plastica.