Home / Cronaca Nazionale / Il Cristo LGBT in mostra a Massa e censurato da Facebook

Il Cristo LGBT in mostra a Massa e censurato da Facebook

«Da vent’anni faccio mostre come questa». È un’affermazione che mette insieme rassegnazione e consapevolezza quella di Giuseppe Veneziano, l’artista siciliano che ha una personale in corso a Massa diventata fonte di polemiche dopo che Facebook ha oscurato alcune delle immagini postate da un visitatore e alcuni cittadini hanno fatto poi partire una petizione perché la mostra è considerata blasfema: un’immagine in particolare, quella di Gesù Cristo sulla croce con un paio di mutande leopardate e la sigla LGBT al posto di INRI.

Non è la prima volta che una sua mostra è al centro delle polemiche: Oriana Fallaci decapitata, la Madonna con Hitler in mano. Questa, Storytelling, è aperta dal 2 al 24 febbraio a Palazzo Ducale di Massa e ha ancora l’appoggio dell’amministrazione locale nonostante l’immagine del Cristo, unica opera inedita presente.

Un’opera che l’autore spiega e difende: «L’Opera “LGBT” è il simbolo di un martirio che si è fatto carico di tutte le ingiustizie che subiscono gli uomini, in questo caso anche degli omosessuali. In 70 paesi nel mondo gli omosessuali subiscono le peggiori torture e vengono puniti con la pena di morte. Gesù è venuto al mondo per salvare tutti gli uomini, bianchi, neri, gialli, lesbiche, gay… senza fare nessuna distinzione».

È un’idea di inclusione partita anche dalle parole del Papa sull’omosessualità, «chi sono io per giudicare un gay?», parole che l’artista si sarebbe aspettato più aperte e chiare da un pontefice che, in altri campi, sta facendo ordine e giustizia nella Chiesa.

In modo opposto la vedono quanti hanno fatto una petizione, indirizzata al sindaco del comune toscano, Francesco Persiani, per chiedere la sospensione della mostra blasfema. «È un’offesa a Cristo», si legge nel testo, «e a tutti i credenti, è blasfemia, è vilipendio alla religione e al sentimento di milioni di persone».

LEGGI ANCHE

Gay non è un’offesa, come si insegnano i diritti LGBT?

LEGGI ANCHE

Lgbt e lavoro: «Ma quale calo del Pil? La diversità stimola il business»

LEGGI ANCHE

Australia, i bagni «all gender» al politecnico di Sidney

LEGGI ANCHE

No transgender in America, in aumento gli omicidi dei transessuali

LEGGI ANCHE

Trump è pronto a negare l’esistenza dei Transgender

LEGGI ANCHE

Chelsea Manning a Vogue America: «Ecco l’immagine della libertà»

LEGGI ANCHE

Australia, i bagni «all gender» al politecnico di Sidney


Fonte: vanityfair.it

About admin

One comment

  1. Maria

    Come sempre l’unico Dio vandalizzato, bullizzato e ridicolizzato è sempre quello Cristiano, chissà perché…..

Leave a Reply