Home / Cronaca Locale / Fiuggi, spaccio in piazza Spada: sei arresti di Carabinieri e Finanza

Fiuggi, spaccio in piazza Spada: sei arresti di Carabinieri e Finanza

Dalle prime ore di questa mattina, militari dei Comandi Provinciali di Frosinone dei Carabinieri e della Guardia di Finanza stanno dando esecuzione a 6 Misure Personali Cautelari (4 con applicazione di Ordinanza di Custodia in carcere, 2 all’obbligo di presentazione alla p.g.), emesse dai Giudici per le Indagini Preliminari dei Tribunali di Frosinone e per i Minorenni di Roma, per i reati di “traffico, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti”, commessi da un gruppo criminale composto prevalentemente da giovani e dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti, principalmente a Fiuggi. Contestualmente all’esecuzione degli arresti, sono in esecuzione diverse perquisizioni nei confronti di altri soggetti a vario titolo implicati nelle attività di indagine e residenti nelle provincie di Frosinone, Latina, Perugia e Roma. I provvedimenti restrittivi scaturiscono dalla conclusione dell’indagine denominata “SYNERGY”, condotta congiuntamente dai militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Fiuggi e dalla locale Stazione dei Carabinieri, coordinati dalle Procure della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone e dei Minorenni di Roma, ha consentito di disvelare e disarticolar un’organizzazione criminale costituita dalle persone tratte in arresto, in grado di gestire lo spaccio di cocaina, crack, hashish e marijuana nella centralissima Piazza Spada della città termale a favore di una fitta rete di clienti. Nella vasta operazione, sono impiegati complessivamente 150 militari della Guardia di Finanza e dei Carabinieri, con il supporto di un elicottero della Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Pratica di Mare (RM) e l’ausilio di n. 5 unità cinofile delle Fiamme Gialle e dell’Arma dei Carabinieri.

LEGGI ANCHE:

Governo: il Premier Conte non è l’elegante bietolone burattinato…

Rocca di Papa. Il racconto di un testimone: Ho visto i mobili volare


Fonte: ilquotidianodellazio.it

About admin

Leave a Reply