Home / Calabria / Droga dal sud America alla Calabria, sedici condanne

Droga dal sud America alla Calabria, sedici condanne

Il gup di Palermo Marcella Ferrara ha condannato sedici presunti narcotrafficanti che importavano cocaina dalla Colombia in Calabria e Sicilia. Agli arrestati nell’operazione Meltemi della squadra mobile di Palermo che hanno scelto il rito abbreviato sono stati inflitti complessivamente 147 anni e 4 mesi di carcere. Il blitz era scattato dopo tre anni di indagini che erano state coordinate dal sostituto procuratore Maurizio Agnello (oggi aggiunto della procura di Trapani) e dell’aggiunto Salvatore De Luca.

A gestire il traffico nel palermitano sarebbe stato Alessandro Bono di Carini. Per lui la pena più pesante: 20 anni di reclusione. Salvatore Faraci è stato condannato a 16 anni, Giuseppe Mannino a 14 anni, Francesco Tarantino a 14 anni, Rocco Morabito a 12 anni, Pietro Balsamo a 12 anni, Giovanni Sergio a 8 anni, Bennj Purpura a 6 anni e 8 mesi, Fabio Chianchiano a 12 anni, Susanna Godino a 4 anni, John Jarlin Rosero Murillo a 6 anni, Antonino Vaccarella a 8 anni, Ernesto Anastasio a 6 anni, Carmelo Cutrì a 6 anni, Davide Di Stefano e Salvatore Calderone ad 1 anno e 4 mesi.

La droga arrivava in Sicilia e Calabria nascosta dentro caffettiere, libri o pedane di legno. Gli agenti della squadra mobile e i finanzieri hanno scoperto nel corso dell’indagine quattro emissari dei narcos in Sicilia. Sbarcavano all’aeroporto Falcone Borsellino come turisti, con cellulari e bagagli essenziali. Nulla che facesse sospettare la loro reale attività. Durante l’attività sono stati sequestrati trenta chili di cocaina purissima che dal Sud America arrivava tra Palermo e Carini o nel Trapanese passando per la Campania o la Calabria.


Fonte: lacnews24.it

About admin

Leave a Reply