Home / Cronaca Locale / Donna con l’HIV prima aggredisce i clienti e i titolari di un bar, poi morde i Carabinieri urlando che li avrebbe contagiati

Donna con l’HIV prima aggredisce i clienti e i titolari di un bar, poi morde i Carabinieri urlando che li avrebbe contagiati

carabinieri

Quello che poteva essere una domenica tranquilla, per i titolari e clienti di un bar, si è trasformata in un incubo. Una donna ubriaca, infatti, ha dato spettacolo terrorizzando i presenti con urli, minacce e sputi. Neanche l’arrivo dei Carabinieri è riuscito a calmarla. La donna ha preso a morsi gli agenti continuando  a generare panico e caos all’interno del locale.

I fatti sono avvenuti nel pomeriggio di ieri, 7 Aprile, in un bar di Fiumicino. Nel locale una donna in preda ai fiumi dell’alcol ha iniziato a infastidire i clienti. La donna, dando in escandescenze, è arrivata ad aggredire i titolari dell’attività. Quest’ultimi, ormai disperati e spaventati dalla situazione hanno deciso di allertare i Carabinieri.

Ma l’arrivo delle forze dell’ordine non è bastato a calmare l’ubriaca. La donna, al contrario, si è agitata di più ed è arrivata ad adirarsi anche contro gli agenti. La cliente ha iniziato a inveire, a prendere a calci e a sputare contro i militari. Gli agenti hanno tentato di calmarla ma lei, di tutta risposta, ha “addentato” uno dei Carabinieri in servizio. Mentre mordeva gli agenti urlava che li avrebbe infettati tutti con il virus dell’HIV di cui lei è affetta.

La donna è stata bloccata è arrestata. Le accuse sono molteplici, tra cui tentate lesioni gravissime. Gli agenti, data la pericolosità della donna e il rischio di contagio, hanno portato la donna in carcere. I militari si sono dovuto sottoporre alle cure mediche in ospedale e ad attente analisi per capire se siano stati infettati della donna. Al momento non si conoscono ancora gli esiti.

 


Fonte: ilcorrieredellacitta.com

About admin

Leave a Reply