Home / Cronaca Locale / Dolore e cordoglio per la morte di Mapelli: “Grande competenza e disponibilità”

Dolore e cordoglio per la morte di Mapelli: “Grande competenza e disponibilità”

È scomparso nella mattinata di lunedì 8 aprile il procuratore capo di Bergamo Walter Mapelli: malato da tempo, da oltre un mese non si presentava fisicamente in procura anche se continuava a rimanere in contatto con i colleghi.

Immediate le reazioni alla notizia, a partire dal candidato sindaco del centrodestra a Bergamo Giacomo Stucchi: “Esprimo il mio dolore e il mio cordoglio per la prematura scomparsa del procuratore capo Walter Mapelli. Una persona che nel corso degli anni ho avuto modo di conoscere profondamente e di apprezzare per le sue qualità umane oltre che per quelle professionali. Bergamo oggi piange un grande uomo e un grande magistrato che tanto ha fatto per la nostra città e per la giustizia nel più alto valore del termine”.

Commento al quale si è aggiunto quello del coordinamento provinciale di Libera Bergamo che si è unito al dolore: “Della sua figura ricordiamo la professionalità e la preparazione, ma anche la cordialità e la disponibilità sempre dimostrata nei confronti della nostra associazione, oltre che la sensibilità e la competenza sui temi della criminalità economica e della criminalità organizzata. Abbiamo incontrato il procuratore Mapelli in diverse occasioni e subito abbiamo apprezzato tutte le qualità professionali che gli sono riconosciute, a partire da una capacità di lettura dei fenomeni criminali fuori dal comune – sottolinea Francesco Breviario, referente di Libera Bergamo -. Ci ha colpito anche la grande disponibilità umana: è stato sempre aperto al dialogo, al confronto, alla collaborazione”.

Il procuratore Mapelli è stato anche intervistato nell’ambito della ricerca Liberaidee, un progetto d’indagine nazionale che Libera ha portato avanti negli ultimi anni sulla percezione di mafia e corruzione: accanto a un sondaggio che ha coinvolto circa 10mila persone, Walter Mapelli era stato individuato tra gli “osservatori” più importanti del fenomeno sul territorio lombardo; il suo prezioso punti di vista ha arricchito un lavoro scientifico che nei mesi scorsi è stato presentato in tutta Italia.

Cordoglio anche dall’Accademia dello Sport per la Solidarietà: “È giornata triste per la città di Bergamo e anche per noi. Ci ha lasciato Walter Mapelli, Procuratore della Repubblica di Bergamo dal 2016 e soprattutto grande amico dell’Accademia. Se ne va una piccola parte di noi, un compagno di viaggio degli ultimi 15 anni. L’Accademia dello Sport di Bergamo si stringe attorno alla famiglia di Walter Mapelli in questi giorni di dolore e lo ricorderà sempre per la sua disponibilità, la sua presenza e la rispettiva stima che ci ha unito”.


Fonte: bergamonews.it

About admin

Leave a Reply